Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Covid, nella Sicilia gialla (da lunedì) 1.681 nuovi positivi: +353 a Catania

I tamponi processati sono stati 22.589 con tasso di positività che risale al 7,4%. I ricoverati con sintomi Covid nei reparti ordinari sono 778 (ieri 752), mentre in terapia intensiva ci sono 103 pazienti

Nel giorno in cui la Sicilia conquista il titolo di prima regione italiana a tornare in zona gialla da lunedì (è stata firmata nel pomeriggio l'ordinanza del ministro Speranza), il ministero certifica che i nuovi casi di Coronavirus accertati in 24 ore sono ben 1.681. I tamponi processati sono stati 22.589 con tasso di positività al 7,4% (Ieri i tamponi erano poco più di 17 mila e la percentuale era del 6,4) I ricoverati con sintomi Covid nei reparti ordinari sono 778 (ieri 752), mentre in terapia intensiva ci sono 103 pazienti (come ieri ma con otto nuovi ingressi). Complessivamente in ospedale ci sono 881 positivi (ieri 855). In isolamento domiciliare invece sono 25.644 cittadini. Sommando tutti i dati emerge che in Sicilia gli attuali positivi al virus sono 26.525 (ieri 26.110). Aumenta nettamente il numero dei guariti. In 1.255 hanno superato l'infezione e il totale da inizio pandemia arriva a 238.541. Il report indica 11 nuove vittime (6.285 dall'inizio dell'emergenza). Dalla Regione precisano però che tre sono riconducibili al 26 agosto, sette al 25 e una al 24. La divisione dei nuovi casi per provincia vede ancora una volta la concentrazione maggiore a Palermo con 329 e Catania 353. Questi i dati delle altre province: Messina 18; Siracusa 233; Ragusa 308; Trapani 126; Caltanissetta 94; Agrigento 133; Enna 87.

Zona gialla

"Ho appena firmato una nuova ordinanza che porta la Sicilia in zona gialla. E' la conferma che il virus non è ancora sconfitto e che la priorità è continuare ad investire sulla campagna di vaccinazione e sui comportamenti prudenti e corretti di ciascuno di noi". Così in un tweet il ministro della Salute Roberto Speranza. L'Isola - che la scorsa settimana ha evitato il giallo in extremis - adesso è stata inchiodata dai numeri. Secondo l'ultimo monitoraggio, tasso di occupazione in terapia intensiva è al 12,1% (contro la soglia del 10%), l'occupazione dei posti letto in area medica non critica del 19,4% (contro il 15% di soglia) e l'incidenza a 7 giorni (20-26 agosto) è la più alta di tutta Italia con 200,7 casi per 100 mila abitanti contro la soglia di 50. Le limitazioni sono più lievi rispetto alla scorsa primavera. Torna l’obbligo della mascherina anche all'aperto. Restano aperti i locali pubblici ma potranno accogliere al loro interno solo clienti provvisti di green pass e nel limite di 4 persone per ciascun tavolo, sia all’interno sia all’aperto. Gli spostamenti sono liberi (anche oltre i confini regionali), senza obbligo di autocertificazione. Nessun rischio di ritorno del coprifuoco che, dal 21 giugno, è caduto anche in zona gialla.

In Sicilia due zone arancioni

Un'ordinanza firmata dal presidente della Regione siciliana Nello Musumeci introduce le restrizioni da "zona arancione", previste dalla normativa nazionale, in due Comuni del Ragusano: si tratta di Comiso e Vittoria. Il provvedimento sarà valido dal 28 agosto fino a lunedì 6 settembre compreso. La decisione si è resa necessaria per contenere i contagi da coronavirus nei territori coinvolti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, nella Sicilia gialla (da lunedì) 1.681 nuovi positivi: +353 a Catania

CataniaToday è in caricamento