menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, nuovi contagi in lieve calo: +74 nella provincia etnea

Oltre 22 mila dosi di vaccino somministrate nelle ultime 24 ore. Sono 8 i nuovi decessi e 232 i guariti. Sul fronte ricoveri si segnalano 3 nuovi ingressi in terapia intensiva e 20 in regime ordinario

Ancora un lieve calo registrato oggi nella curva dei nuovi casi in Sicilia: sono 699 quelli segnalati oggi a fronte dei 24.073 tamponi processati nelle ultime 24 ore. Sono 8 i nuovi decessi e 232 i guariti. Sul fronte ricoveri si segnalano 3 nuovi ingressi in terapia intensiva e 20 in regime ordinario: complessivamente rimangono ospedalizzate 876 persone. L'incidenza su 100 mila abitanti negli ultimi 7 giorni è di 101 casi. La suddivisione dei nuovi casi nelle province è la seguente: Palermo 342, Catania 74, Messina 56, Siracusa 50, Trapani 13, Ragusa 31, Caltanissetta 70, Agrigento 61, Enna 2. I positivi in Sicilia sono 16.192 mentre oltre 15 mila restano in isolamento domiciliare. Questi i dati del bollettino diffuso oggi, 21 marzo 2021, dal ministero della Salute sulla situazione covid-19 nell'Isola

La campagna vaccinale

I dati del ministero ci restituiscono un significativo aumento delle dosi di vaccino somministrate nelle ultime 24 ore: sono 15.234 le prime dosi inoculate e 7.644 i richiami. La copertura vaccinale nell'Isola raggiunge il 3,76%, della popolazione. La seconda giornata a orario prolungato dell'hub allestito nell'ex mercato ortofrutticolo di San Giuseppe La Rena si sta ancora svolgendo e secondo le prime stime, tra ieri e oggi si dovrebbero raggiungere le 2 mila somministrazioni: la struttura è operativa fino alle 22, e dalle 18 in poi possono presentarsi le persone rientranti nel target ma che non hanno effettuato la prenotazione.

Vaccini, la seconda giornata all'hub di San Giuseppe La Rena

Nel pomeriggio è stato lo stesso assessore regionale alla Salute Razza ad aver lanciato una raccomandazione: “È del tutto inutile andare molte ore prima rispetto alla propria prenotazione ed è necessario rispettare le regole di priorità. Se si vogliono evitare lunghe file – scrive sulla sua pagina Facebook- la prima regola è rispettare gli orari ed evitare di andare a farsi vaccinare se non è ancora il proprio turno. Ma alcuni tempi, e va detto con chiarezza, sono indispensabili: registrazione ed anamnesi richiedono il tempo necessario. Accade ovunque, in ogni parte del mondo. La vaccinazione è prima di tutto un fatto medico e si impongono i giusti controlli sulla salute di ognuno”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bustine di gel di silice - Ecco a cosa servono

Alimentazione

Intolleranza ai lieviti - Cause, sintomi e dieta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento