Covid a Misterbianco, Marco Corsaro: "Subito un piano con Asp"

L'esponente del movimento "Guardiamo Avanti" lancia un appello ai commissari chiedendo l'attivazione della procedura di tamponi "drive in"

A seguito di nuove interlocuzioni che abbiamo avuto con l’amministrazione sanitaria, rinnoviamo l’appello alla Commissione prefettizia: puntiamo tutto su screening diffusi il più possibile per scongiurare boom di contagi e nuove restrizioni generalizzate a Misterbianco. In questo senso riteniamo che i tamponi “drive in” siano la soluzione più sicura ed efficace per la nostra città, seguendo l’esempio di altri Comuni a pochi chilometri da noi come Giarre”. Interviene così Marco Corsaro, presidente del movimento civico “Guardiamo Avanti”, a proposito della crescita dei contagi da covid 19 a Misterbianco (Catania) e della proposta di una postazione di tamponi “drive in” in città. “Per l’Asp di Catania, secondo quanto abbiamo verificato, non ci sarebbero difficoltà a fare i tamponi drive-in a Misterbianco, a condizione di utilizzare spazi e strade idonee. Tra l’altro la Regione Siciliana, proprio in queste ore, sta reclutando moltissimo personale sanitario da impiegare nello screening volontario anti-Covid con tamponi rapidi. Da un primo nostro approfondimento, potrebbero essere usati senza particolari difficoltà l’area del Palatenda al centro e varie piazze nei quartieri. Per la logistica potrebbe anche essere coinvolto l’associazionismo e il volontariato”. “Ai commissari - conclude Marco Corsaro - chiediamo di valutare seriamente la proposta e di intavolare una discussione con l’Asp, così da mettere in campo una seria azione di contrasto ai contagi che crescono ogni giorno di più”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento