Crisi Amt, secondo Filt e Fit le vetture ferme non fanno risparmiare

"Servizio ridotto, danno per cittadini e lavoratori. Contributi mai versati per il 2015-2016" scrivono allarmati i sindacati

 I dati dell' Amt di Catania comparati tra il giugno 2015 e il giugno 2016, risultano allarmanti: il servizio di trasporto cittadino è passato dall'attività di 115/130 vetture giornaliere a 80/90 vetture attuali; condizione che inevitabilmente penalizza cittadini e lavoratori. Le segreterie di Filt Cgil e Fit Cisl di Catania, lo affermano senza giochi di parole: le condizioni organizzative e finanziarie della società Amt spa stanno sempre di più avviando l'azienda al collasso. Filt e Fit chiedono un intervento immediato per nuove strategie di gestione e organizzazione finanziaria dell’ azienda, "in modo che si eviti la perdita di posti di lavoro e la definitiva scomparsa di un efficiente servizio di trasporto pubblico per la città di Catania". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Se da un lato è vero che le vetture ferme apportano un risparmio apparente del 30% circa tra diesel e metano - commentano le due sigle sindacali dei trasporti- è purtroppo vero che questo penalizza i cittadini costretti a subire un servizio ridotto, poco puntuale e caotico. L'ulteriore risparmio fittizio sul non pagamento delle prestazioni di lavoro straordinario, anche per i contenziosi che stanno per intraprendere i lavoratori, non faranno che aumentare le spese. Nonostante l’ impegno preso dal sindaco a formare un tavolo di confronto risolutivo, tutt’oggi non ancora convocato, ci risulta che per il 2015 e il 2016 non è ancora stato versato alcun contributo per il contratto di servizio, portando in questo modo l’azienda, che già si trovava in serie difficoltà finanziario - economiche, all'impossibilità di non rispettare più i propri impegni (emolumenti, fondo previdenza, Inps, conto terzi)".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Catania usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cancro al colon-retto, nuova tecnologia per la diagnosi precoce

  • Sidra, il 3 agosto sospesa erogazione idrica: ecco la zona di Catania interessata

  • Aeroporto, hostess con febbre: attivata la procedura di biocontenimento

  • Coronavirus, in Sicilia 39 nuovi casi: a Catania sono 6 in più

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 31 luglio 2020

  • Coronavirus, in Sicilia 7 nuovi contagi: 6 sono nel catanese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento