Crisi Banca Base, Bapr di Ragusa pronta a rilevare l'istituto di credito

L'intesa è maturata dopo diversi incontri con il commissario straordinario di Banca Base, Antonio Blandini, scrive La Sicilia, e su pressioni della Banca d'Italia

La Banca Agricola Popolare di Ragusa è disponibile a rilevare la Banca Base di Catania in crisi. L'intesa è maturata dopo diversi incontri con il commissario straordinario di Banca Base, Antonio Blandini, scrive La Sicilia, e su pressioni della Banca d'Italia e di tutti coloro che si sono attivati per preservare i depositi dei risparmiatori.

L'istituto di credito ibleo ha ufficializzato di avere già depositato "un'offerta condizionata per l'acquisto delle attività e passività della banca Sviluppo Economico spa in amministrazione straordinaria, quale possibile soluzione ordinata della crisi della Banca e a salvaguardia degli interessi di tutti i depositanti della stessa".

"La vendita di attività e passività è dipendente da altri elementi che al momento non sono conosciuti - spiega l'avvocato Santi Di Paola, che assiste gli azionisti - ma conoscibili". Fondata nel maggio del 2007, la Banca di Sviluppo Economico ha direzione generale e due sportelli a Catania e una filiale a Misterbianco

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, nuova ordinanza regionale: ecco le restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Le misure restrittive fino al 31 gennaio per le "zone rosse" della provincia etnea

Torna su
CataniaToday è in caricamento