menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nella foto Kheit Abdelhafid

Nella foto Kheit Abdelhafid

Crisi tra Iran e Usa, l'imam di Catania : "Sicilia è terra di pace, no a segnali di guerra"

Il riferimento è al possibile coinvolgimento della base americana di Sigonella nelle operazioni militari internazionali

"Noi riteniamo che violenza genera sempre violenza. Il nostro augurio è che si cerchi una via, un negoziato per sedersi al tavolo e trovare una soluzione pacifica. Ciò che sta accadendo lo pagano, purtroppo, persone innocenti. Sia chi compie si chi subisce l'attacco". Lo afferma l'imam di Catania e presidente della comunità islamica in Sicilia, Kheit Abdelhafid , in merito alla grave situazione internazionale fra Iran e Usa. Nei giorni scorsi si era parlato di un coinvolgimento della base americana di Sigonella nel raid che ha portato alla morte del generale Iraniano Soleimani in Iraq, poi smentita dagli stessi portavoce del centro Usa.

"La Sicilia è terra di pace - evidenzia l'Imam ricordando la base militare americana a Sigonella - auspichiamo e ci auguriamo che da qui, da casa nostra, non partano segnali di guerra. Torni la ragione - aggiunge- perché questi atti, se non vengono frenati, poteranno una distruzione nella zone in questione, nei paesi del golfo ed anche in Europa". L'imam Kheit Abdelhafid ha partecipato lo scorso 2 gennaio alla marcia per la pace, a Catania.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Pancia piatta? Ecco il massaggo fai-da-te

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento