Cronaca

Tragedia Crociera Concordia: tra i supersiti un catanese

Antonello Tonna, il pianista catanese della Costa Concordia racconta la sua esperienza: "Mi sembrava di essere sul Titanic. Avevo suonato jazz con una passeggera: mi piacerebbe incontrarla di nuovo"

Nella tragedia del Giglio, i morti sono saliti a 5. E17 sono i passeggeri dispersi. In attesa di ritrovare i corpi degli altri dispersi, si accavallano i racconti dei sopravvissuti.

Tra i superstiti, anche un catanese.  Antonello Tonna, il pianista catanese della Costa Concordia, in un blog locale, racconta la sua esperienza: "Lo confesso, mi è sembrato di vivere le scene viste nel film ‘Titanic’, quando ero in acqua con i miei colleghi musicisti e cercavo di raggiungere uno scoglio, mi voltavo e vedevo questo gigante di 300 metri e pensavo ‘adesso si rovescia’. Invece mi è andata bene e fortunatamente la posso raccontare".

"Lavoro sulle navi oramai da tanto tempo - ha aggiunto - ho pure passato una tempesta col mare forza 10, ma quello che è successo l’altra sera ha dell’incredibile".

Il pianista etneo ricorda, infine, gli ultimi momenti prima della terribile esperienza: "Avevo finito da poco il mio set al ponte 3 nella hall centrale. Avevo suonato jazz, soul e blues con una passeggera olandese, si chiama Justine, sarebbe dovuta sbarcare a Barcellona. Mi piacerebbe tanto rincontrarla, magari, per suonare ancora”.

Intanto due tecnici del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico della Sicilia sono partiti per l’isola del Giglio per partecipare alle operazioni di ricerca dei dispersi nel naufragio della nave Costa Concordia. Si tratta di Riccardo e Diego Leonardi, di Catania, il primo istruttore nazionale di speleo soccorso subacqueo e il secondo specialista di soccorso speleologico, entrambi volontari del Cnsas.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia Crociera Concordia: tra i supersiti un catanese

CataniaToday è in caricamento