Dalai Lama: Bianco gli dona mala di pietre dell’Etna

Il sindaco di Catania ha accolto nell’aeroporto di Fontanarossa la massima autorità spirituale del Buddismo insieme con il sindaco di Messina Accorinti e l’ad di Sac Torrisi

"Ho portato il saluto della città a sua santità il Dalai Lama, atterrato a Catania e che sarà nei prossimi giorni a Taormina e a Messina. Ho espresso al Dalai Lama la gratitudine profonda della città etnea per il suo alto magistero non solo religioso ma anche morale e per le parole che sempre pronuncia in favore della pace, dell'accoglienza, della fratellanza tra gli uomini e le donne del mondo". Lo ha detto il sindaco Enzo Bianco dopo aver accolto il Dalai Lama Tenzin Gyatso, 82 anni, massima autorità spirituale del Buddismo e premio Nobel per la Pace nel 1989. Riconosciuto come reincarnazione del suo predecessore, Tenzin Gyatso assunse pieni poteri nel 1949, quando ne aveva quattordici e il Tibet era stato invaso dalla Repubblica popolare cinese. Bianco, dopo avergli dato il benvenuto, gli ha consegnato un dono fatto realizzare appositamente per lui.

"Si tratta - ha spiegato - di un 'mala' buddista, una collana in grani utilizzata per la recitazione di formule rituali, realizzato con le pietre dell'Etna e carica dunque di energia positiva. Un regalo che ha molto apprezzato e che ha subito indossato. Ho inoltre ricordato a Sua Santità di esser stato io, come ministro dell'Interno, a sancire il pieno riconoscimento dell'Unione buddista in Italia". Subito dopo Tenzin Gyatso, che è il quattordicesimo Dalai Lama, ha lasciato l'aeroporto. "Abbiamo vissuto - ha concluso Bianco - momenti di grande emozione con uno dei grandi protagonisti dell'Umanità e nel corso del nostro breve colloquio ho invitato il Dalai Lama a visitare la città di Catania".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento