Danneggia arredo urbano e prende a calci i poliziotti: arrestato

Gli agenti delle volanti sono intervenuti in piazza Iolanda dove hanno fermato un cittadino nigeriano senza fissa dimora

Nella giornata di ieri, agenti delle Volanti hanno arrestato un cittadino nigeriano del 1985, senza fissa dimora, per i reati di resistenza, violenza e lesioni a Pubblico ufficiale. Nella serata di ieri è giunta sulla linea di emergenza 112 NUE la segnalazione di un uomo molesto che in piazza Iolanda stava danneggiando l’arredo urbano, infastidendo i passanti. Giunti sul posto, i poliziotti hanno individuato un cittadino straniero che stava sdraiato su una panchina, indicato dall'uomo che aveva richiesto l’intervento. L'uomo, privo di documenti di identità, è stato accompagnato in Questura dove è stato verificato che l'uomo era titolare di un vecchio permesso di soggiorno, scaduto nel 2014. Per questo è stato trattenuto in attesa di accertamenti sulla sua posizione sul territorio nazionale. Durante la vigilanza, l’uomo è andato in escandescenza perché non accettava la sua permanenza presso gli uffici di polizia, scagliandosi fisicamente contro gli agenti. Per fermarlo sono dovuti intervenire più poliziotti, uno dei quali è stato colpito con dei calci che gli hanno provocato contusioni giudicate guaribili in giorni 3. Per tale ragione l’uomo è stato arrestato e su disposizione del magistrato di turno che ha convalidato l’arresto, è stato immediatamente liberato. Tuttavia, essendo privo di permesso di soggiorno, il nigeriano è stato comunque trattenuto in Questura, a disposizione dell’Ufficio Immigrazione. Nel corso della notte inoltre gli agenti delle Volanti hanno denunciato per il reato di tentato furto aggravato il 41enne N.A. L’uomo aveva tentato di sfondare a calci la vetrina di un negozio di Corso delle Province, ma è stato notato da una residente della zona che, svegliata dal rumore provocato dal malfattore, ha allertato la Polizia. Le pattuglie intervenute tempestivamente hanno bloccato l’individuo che stava tentando di allontanarsi a piedi, per poi fuggire con la sua autovettura parcheggiata nei pressi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento