De Luca (M5S): “Proprio nei giorni da bollino nero il Cas restringe l’autostrada Catania-Messina”

Il grillino denuncia la chiusura di parte della carreggiata proprio nei giorni delle festività e segnala 541 inadempienze

“Nuovi disagi e ulteriori pericoli per chi percorre la A18 Catania-Messina: la corsia di marcia da Fiumefreddo a Giardini Naxos chiusa dal 5 aprile a causa delle buche sull’asfalto. Se non fosse la tragica realtà penserei ad uno scherzo, ma purtroppo non è così. L'ormai tristemente noto Consorzio Autostrade Siciliane, anziché eseguire rapide ed efficienti riparazioni delle buche, in attesa di lavori adeguati, le rattoppa alla meno peggio e chiude la carreggiata proprio nei giorni da bollino nero, quando il traffico aumenta in occasione della settimana di Pasqua”.

Lo dichiara Antonio De Luca, deputato regionale del Movimento 5 Stelle, che spiega:“L'ennesimo restringimento causerà ulteriori incolonnamenti e improvvisi rallentamenti che metteranno ancora una volta a rischio la sicurezza degli automobilisti, soprattutto nei prossimi giorni di festa. Non oso pensare a cosa accadrà il Lunedi di Pasqua, quando le nostre autostrade saranno assaltate da turisti diretti a Taormina e alle località balneari".

“Ricordo a Musumeci  - prosegue De Luca - che ci sono ben 541 inadempienze accertate dal ministero delle infrastrutture. 541 interventi che dovrebbero essere eseguiti con urgenza e che i cittadini ancora attendono. Una vergogna tutta siciliana, alla quale non si è ancora trovato rimedio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Certo - conclude ironicamente il deputato - procedendo a passo d'uomo i turisti potranno ammirare con la dovuta attenzione i ‘cantieri storici’ dell’autostrada che, grazie all'immobilismo del presidente Musumeci e dell’assessore Falcone, ormai stanno acquisendo valore storico, attirando studiosi da tutto il mondo. Musumeci aveva detto di voler puntare sul turismo stanziale, peccato che non abbia detto che voleva tenerlo fermo sull'autostrada".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Acqua: quando berla per dimagrire

  • Via Capo Passero, agguato a un 33enne gambizzato davanti casa

  • Incidente stradale al viale Mediterraneo, a perdere la vita un motociclista di 39 anni

  • Incidente lungo il viale Mediterraneo: perde la vita un motociclista

  • Spaccio di cocaina, in manette vigile urbano che girava in "Porsche"

  • Svaligiano casa dei futuri sposi: denunciati i vicini

Torna su
CataniaToday è in caricamento