Decoro urbano, pulitura e scerbamento dell'Asse attrezzato

Resa più sicura la percorrenza di uno degli accessi viari principali per raggiungere la città

Il verde che costeggia l’Asse attrezzato, uno degli accessi viari principali per raggiungere la città di Catania, è stato oggetto di un efficace lavoro di ripulitura e scerbamento realizzato nell'ambito di un piano di interventi disposto dal sindaco Salvo Pogliese, che da alcune settimane sta riguardando gli accessi stradali al centro urbano. E’ stato rimosso un gran quantitativo di erbacce, rifiuti e materiale vario che occupava pericolosamente le corsie esterne e quelle divisorie del collegamento veloce tra l’autostrada Catania-Palermo con sbocco su corso Indipendenza, attraversando i popolosi quartieri di Librino e San Giorgio. Eliminate anche le rischiose invasioni delle carreggiate di alcune piante selvatiche, rendendo più sicuro e decoroso il percorso stradale. La rimozione degli scarti e la ripulitura, avvenuta anche con l’utilizzo di mezzi meccanici, è stata effettuata dagli addetti della Catania Multiservizi e di Energetikambiente, con il sovrintendimento del geometra Giuseppe Bonaccorsi dell’ufficio di gabinetto del sindaco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e i furti in abitazioni: undici le persone arrestate

  • Scattano le prime multe da 400 euro per mancanza di mascherina

  • Falsi invalidi, il sistema architettato da 6 medici: 21 indagati

  • Coronavirus, anche oggi nessun decesso: a Catania zero nuovi contagi

  • Ikea, nuovi orari di apertura per lo store di Catania

  • Amazon annuncia l’apertura di un nuovo deposito di smistamento a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento