Unione Giovani Professionisti e il decreto “Cresci Italia”

U.Gi.P.I. -Unione Giovani Professionisti Italiani ha discusso durante una conferenza stampa presso la Biblioteca del Tribunale di Catania a Palazzo di Giustizia, del Decreto Cresci Italia e della durata dei tirocini dei giovani professionisti

U.Gi.P.I. -Unione Giovani Professionisti Italiani ha discusso durante una conferenza stampa presso la Biblioteca del Tribunale di Catania a Palazzo di Giustizia, del Decreto Cresci Italia e della durata dei tirocini dei giovani professionisti. Hanno partecipato numerosi rappresentanti politici e delle categorie professionali,tra cui il parlamentare nazionale On.le Salvatore Torrisi, On.le Nino D’Asero,il dott. Toscano, segretario dell’ODEC di Catania e il portavoce dell’U.Gi.P.I.,dott. Ettore Vagliasindi.

“ Il Decreto n. 1/12, noto come decreto “Cresci Italia”, che tra i suoi principali obiettivi ha proprio quello di agevolare l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro- ha dichiarato il presidente n azionale dell’U.Gi.P.I.  Avv.Luigi Randazzodi fatto finirà per creare disparità inaccettabili. Infatti, se da un lato l’art. 9 comma 6 sancisce che “ il tirocinio previsto per l’accesso alle professioni regolamentate non può essere superiore a 18 mesi”, dall’altro lato non ha chiarito se tale disposizione sia applicabile solo per coloro che si sono iscritti successivamente all’entrata in vigore della legge, ossia dopo il 24 Gennaio 2012, oppure, come noi auspichiamo, sia applicabile per tutti, compresi coloro che erano già iscritti a tale data".

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un Dpr attuativo del d.l 138/2001,concernente le c.d “professioni regolamentate”che non ha contribuito a chiarire la vicenda,specificando che con l’entrata in vigore del regolamento-13 agosto 2012- le norme vigenti saranno abrogate.

"Chiediamo a gran voce- conclude Luigi Randazzo-  che si ponga attenzione a questo problema in tempi brevi, affinchè il Ministero della Giustizia possa rivedere la sua posizione e affinchè il Presidente della Repubblica non avalli un regolamento che nasce già in partenza viziato da evidenti e gravi profili di illegittimità".

L’On.le Torrisi ha dichiarato di essere disponibile a lavorare su una iniziativa parlamentare che possa risolvere la situazione; anche il deputato regionale D’Asero ritiene che la via da perseguire sia quella legislativa,focalizzando l’attenzione sull’importanza del tirocinio,nell’intervento della dott.ssa Zingale,in rappresentanza dei tirocinanti, e dal ruolo rivestito dagli Ordini.



 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento