Via Acireale nel degrado, Li Causi: "Un parcheggio al posto della spazzatura"

La proposta del consiglio della seconda municipalità è quella di bonificare l'area realizzando un parcheggio a spina di pesce per circa 50 autovetture

Un parcheggio in via Acireale al posto di un rudere già espropriato dal Comune per recuperare i posti auto tolti con la costruzione della pista ciclabile del Lungomare. E' la proposta che il presidente della seconda municipalità Enzo Li Causi intende sottoporre all'attenzione del sindaco per ridare dignità ad una zona degradata che attualmente ospita solo spazzatura, lo slargo tra via Acireale e via Pittoresca.

"Quando furono fatti i primi lavori per la costruzione del ponte su via Fiume, mai completato - spiegano i consiglieri Rosario Armenio, Andrea Cardella e Pina Rapicavoli durante una seduta di consiglio itinerante tenutasi questa mattina- questa zona fu interessata dal transito di mezzi pesanti, con pesanti conseguenze per il manto stradale, ancora oggi divelto. Quando piove si creano dei laghi ed il marciapiede non è più presente da oltre un decennio". 

Il problema principale è tuttavia l'abbondante presenza di rifiuti. La costruzione posta a ridosso del ponte, espropriata dall'amminisitrazione dell'epoca, non è stata mai abbattuta e dentro cittadini poco civili hanno depositato spazzatura e rifiuti di ogni tipo. "Si creano spesso incendi ed i cassonetti, dati alle fiamme, sono ormai inutilizzabili. Per non parlare dell'area verde che ormai è una selva e non viene mai curata dagli addetti alla manutenzione". Manca inoltre la luce e l'unica fontana presente in zona è inservibile.

In conclusione, la proposta del consiglio della seconda municipalità è quella di bonificare l'area realizzando un parcheggio a spina di pesce per circa 50 autovetture, che potrebbero essere parcheggiate durante le edizioni del "Lungomare Liberato" o nelle manifestazioni che si svolgono presso il borgo marinaro di Ognina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento