menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Degrado in viale Africa, residenti chiedono interventi di riqualificazione

L’ex raffineria è un hotel per disperati mentre la sera, il parcheggio davanti la scuola, diventa un’alcova per le coppiette

Abitanti e commercianti della zona di viale Africa chiedono, per bocca dei consiglieri Alessandro Campisi e Adriana Patella, una programmazione seria per riqualificare la zona.

"Quotidianamente - scrivono in una nota - i turisti sono costretti ad ammirare l’ex raffineria ridotta ad un hotel per disperati mentre la sera, il parcheggio davanti la scuola, diventa un’alcova per le coppiette. Uno spettacolo indecoroso a pochi passi dalle famiglie che passeggiano tranquillamente per la zona. Dove sono i controlli? Dove sono i piani di sviluppo sbandierati tante volte dal primo Cittadino di Catania? Oggi la realtà del viale Africa è fatta di code chilometriche nelle ore di punta, parcheggio selvaggio e un manto stradale pieno di voragini. Appena cala il buio fanno la loro comparsa le prostitute che adescano i clienti. Il tutto a pochi passi dal principale centro fieristico e congressuale della città e sotto lo sguardo della gente in coda per raggiungere il cuore storico di Catania".

Capitolo a parte spetta poi all’ex raffineria con gli ingressi dell’impianto chiusi solo all’apparenza. Dopo il terribile rogo che colpì l’edificio del viale Africa, trasformandolo in un cumulo di macerie, i consiglieri della II municipalità Alessandro Campisi e Adriana Patella sottolinearono la necessità di un intervento congiunto, da parte di associazioni di volontariato e amministrazione, per aiutare i senza fissa dimora e gli sbandati accogliendoli in strutture adeguate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Svegliarsi di notte - I significati secondo la medicina cinese

Cura della persona

Manicure semipermanente senza lampada - Ecco come

Attualità

Associazione Donne Giuriste Italia: Lucia Tuccitto eletta presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento