rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Regione Siciliana

Democrazia partecipata, i comuni etnei che dovranno restituire i fondi alla Regione

Emanata una delibera, firmata il 28 ottobre, per annunciare che diversi comuni, anche nel Catanese, dovranno restituire parte dei fondi destinati loro per progetti di democrazia partecipata. Spiccano, in provincia di Catania, i comuni di Paternò, Caltagirone e Maniace

La Regione Siciliana tramite l'assessorato alle autonomie locali ha emanato una delibera, firmata il 28 ottobre, per annunciare che diversi comuni, anche nel Catanese, dovranno restituire parte dei fondi destinati loro per progetti di democrazia partecipata. In particolare quando si parla di democrazia partecipativa la decisione pubblica è presa dai rappresentanti sulla base di processi di partecipazione dei cittadini che hanno la possibilità di esprimere le proprie idee e le relative ragioni su una determinata tematica. Nello specifico i comuni isolani dovranno restituire 1,3 milioni di euro in quanto non hanno speso il denaro, a titolo di penale per mancata o parziale attivazione di forme di democrazia partecipata (somme riferite ai trasferimenti regionali per l'anno 2019, il 2% dei trasferimenti ricevuti).

Un'opportunità non sfruttata appieno, o non sfruttata affatto. Spiccano tra i comuni della provincia etnea, Paternò che dovrà restituire 20.531,55 euro, Caltagirone (18.659,72 euro) e Maniace (12.804,01€ euro.

Tutti i comuni etnei che dovranno restituire i fondi alla Regione

Aci Catena (€491,31)
Calatabiano (€7.300,75)
Caltagirone (€18.659,72)
Camporotondo Etneo (€1.957,31)
Giarre (€10.438,02)
Grammichele (€1.744,13)
Gravina di Catania (€668,11)
Licodia Eubea (€1.807,36)
Linguaglossa (€3.056,39)
Maniace (€12.804,01)
Mascali (€6.873,89)
Mascalucia (€11.178,98)
Mazzarrone (€540,07)
Mineo (€10.412,65)
Motta Sant'Anastasia (€6.922,85)
Paternò (€20.531,55)
Palagonia (€9.668,27)
Pedara (€4.969,63)
Piedimonte Etneo (€1.115,84)
Raddusa (€675,72)
Ramacca (€1.586,45)
Riposto (€6.141,95)
San Cono (€11.495,21)
San Michele di Ganzaria (€437,14)
San Pietro Clarenza (€7.009,53)
Sant'Agata li Battiati (€1.991,69)
Sant'Alfio (€2.959,86)
Tremestieri Etneo (€7.002,86)
Valverde (€7.381,73).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Democrazia partecipata, i comuni etnei che dovranno restituire i fondi alla Regione

CataniaToday è in caricamento