Democrazia Partecipata, si può esprimere preferenza fino al prossimo 8 novembre

Sono già oltre 2000 i cittadini che hanno espresso la loro preferenza per l’utilizzo dei 240 mila euro dei fondi regionali per la "democrazia partecipata” per la scelta di azioni di interesse comune

Sono già oltre 2000 i cittadini che hanno espresso la loro preferenza per l’utilizzo dei 240 mila euro dei fondi regionali per la "democrazia partecipata” per la scelta di azioni di interesse comune, tramite la pagina Facebook ufficiale del Comune di Catania https://www.facebook.com/Comune-di-Catania-439675602754310/?ref=hl oppure inviando una mail a: urp@comune.catania.it o sottoscrivendo la preferenza presso la sede URP nel Palazzo degli Elefanti in piazza Duomo.

Per la consultazione pubblica, si può esprimere una sola preferenza, entro il prossimo 8 novembre 2020. Tutte le informazioni sul sito internet istituzionale: https://www.comune.catania.it/informazioni/avvisi/avvisi-2020/default.aspx?news=77408

Si può esprimere la preferenza per l'utilizzo delle somme in questione scegliendo una delle seguenti azioni:

a) Nuovi parchi giochi per bambini e aree sgambettamento cani;

b) Riqualificazione fontana e illuminazione Piazza Europa;

c) Impianti di Videosorveglianza per eliminare le discariche abusive;

d) Mille fontanelle di acqua pubblica per le vie di Catania.

I risultati della consultazione verranno resi noti tramite il sito web istituzionale e i profili social del Comune di Catania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento