Cronaca Ognina / Via Anfuso

Denunciato un 31enne per ricettazione, aveva chiesto 85 euro per far "ritrovare" una chitarra

Un 27enne è la vittima del furto di una chitarra acustica, custodita all’interno della sua auto ed asportata mediante l’effrazione di uno sportello del veicolo

I carabinieri della stazione di Ognina, insieme ai colleghi del nucleo operativo della compagnia di Piazza Dante, hanno denunciato un pregiudicato catanese di 31 anni perché ritenuto responsabile di ricettazione. Il fatto, che ha avuto inizio ed epilogo in via Anfuso, concerne il patito furto da parte di un 27enne di Catania di una chitarra acustica, custodita all’interno della sua auto ed asportata mediante l’effrazione di uno sportello del veicolo. Il giovane, con la speranza di rientrarne in possesso, si era recato presso la caserma di Ognina per sporgere denuncia di furto. Ma poi, nei giorni seguenti, un suo vecchio amico aveva casualmente ricevuto la proposta da un individuo equivoco per l’acquisto di un pc rubato, proprio nella stessa zona e con le medesime modalità.

Ovviamente il giovane aveva rifiutato l’offerta ma, vista la “specificità lavorativa” del suo interlocutore, lo aveva incaricato di ricercare la chitarra del suo amico, strumento che è stato poi effettivamente trovato pur se già “acquistato” dal denunciato. Che, però, si era reso disponibile alla sua restituzione in cambio della somma di 85 euro, già versata al ladro. La trattativa era stata riferita dall’amico dalla vittima del furto e da quest’ultimo accettata ma, nel contempo, era ritornato dai carabinieri avvisandoli degli sviluppi della vicenda. I militari si sono così nascosti nei pressi della stessa via Anfuso per osservare discretamente lo scambio, sbucando al momento giusto dopo la consegna dei soldi. Il 31enne è stato trovato in possesso di 85 euro, somma che ha asserito essere la stessa da lui sborsata al ladro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denunciato un 31enne per ricettazione, aveva chiesto 85 euro per far "ritrovare" una chitarra

CataniaToday è in caricamento