Cronaca Stadio Cibali

Denunciato tifoso catanese per frasi violente durante il derby

Durante il derby del 18 dicembre scorso, sugli spalti della tribuna B, un sostenitore catanese con megafono esclamava frasi incitanti alla violenza

Durante il derby del 18 dicembre scorso, disputato presso il locale stadio “A. Massimino”- a cui hanno assistito quasi trecento tifosi provenienti da Palermo - sugli spalti della tribuna B, precisamente nel settore adiacente alla tribuna “ospiti”, veniva notato un sostenitore catanese che in possesso di un grosso megafono introdotto senza autorizzazione, esclamava frasi incitanti alla violenza nonché offensive contro la tifoseria palermitana; tale atteggiamento determinava una reazione dal settore ospiti, dei sostenitori rosanero ivi presenti.


Considerata la delicatezza dell’incontro interveniva personale steward per ammonire e far desistere il tifoso etneo dalla continua e provocatoria azione di  incitamento alla violenza. Nonostante però una prima ammonizione, detto tifoso continuava ad inveire contro i sostenitori del Palermo scatenando l’ira di quest’ultimi rivolgendosi anche al personale di polizia presente a bordo campo  insultandolo con frasi offensive, arroganza e aggressività. Pertanto gli steward lo invitavano a consegnare il megafono.


Gli agenti di polizia procedevano quindi alla fine dell’incontro alla compiuta identificazione del tifoso S. V. (cl. 1955) conosciuto dal personale di polizia in quanto noto tifoso con vari precedenti oltre ad essere già in passato sottoposto a Daspo.


Pertanto lo stesso è stato denunciato dalla Digos all’Autorità Giudiziaria per la violazione dell’art. 6 della legge 401/89 e successive modifiche ed inoltre  per l’art. 341/bis c.p. (oltraggio)  per le frasi profferite nei confronti del personale di polizia, e verrà sottoposto a provvedimento di divieto di accesso allo stadio.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denunciato tifoso catanese per frasi violente durante il derby

CataniaToday è in caricamento