Scoperto deposito abusivo di auto da rottamare a Grammichele

L’area, estesa per circa 1.500 metri quadri, è stata posta sotto sequestro

I carabinieri di Grammichele hanno denunciato un pregiudicato del posto, di 67 anni , per la gestione di rifiuti speciali senza autorizzazione. I militari intervenuti in contrada Terravecchia – Largo Occhiolà, a Grammichele, per un incendio che ha interessato una vasta porzione di macchia mediterranea, dopo lo spegnimento delle fiamme da parte dei vigili del fuoco, hanno scoperto all’interno del fondo agricolo di proprietà del 67enne un deposito illegale di autovetture da rottamare ed altre tipologie di rifiuti speciali. L’area, estesa per circa 1.500 metri quadri, è stata posta sotto sequestro al fine di poterla bonificare, scongiurando così un ulteriore pericolo per la salute pubblica dovuto all’inquinamento delle falde acquifere.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza regionale sul Coronavirus: obbligo di mascherina e più controlli

  • Carabiniere preso a calci e pugni ad un posto di blocco da un 39enne

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Incidente in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Il Gruppo Arena lancia l’ultimo modello di Superstore

  • Blitz antidroga a San Cristoforo, sequestrati cocaina e 7 mila euro in contanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento