Scoperto dai carabinieri deposito di auto rubate a Santa Venerina

L’area è stata bonificata mentre il proprietario del fondo, un pregiudicato acese di 51 anni, è stato denunciato per riciclaggio e ricettazione

Un deposito di auto rubate è stato scoperto dai carabinieri a Santa Venerina, in via Torrente Bissolati. Ieri pomeriggio i militari hanno fatto irruzione in un fondo agricolo di circa 500 mq dov’era stato creato, con tanto di strutture prefabbricate ed attrezzature idonee, un vero e proprio centro di stoccaggio e smontaggio di auto rubate.

L’operazione ha consentito il ritrovamento di una Citroen C3, rubata ad una donna a Viagrande  il 21 maggio scorso, di una Ford Focus, di proprietà della società di autonoleggio “Avis” rubata il 22 maggio, di una Peugeot 3008, già in parte smontata, rubata ad un uomo di San Giovanni La Punta  il 20 maggio scorso.

L’intera area è stata bonificata mentre il proprietario del fondo, un pregiudicato acese di 51 anni, è stato denunciato per riciclaggio e ricettazione. Le prime due autovetture rinvenute sono state restituite ai legittimi proprietari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento