Depressa dopo intervento non riuscito, 49enne si suicida: aperta inchiesta

Secondo i familiari, la paziente si sarebbe uccisa perché, per un errore in un intervento chirurgico subito a Catania a dicembre, aveva avuto danni gravissimi all'apparato urinario

Una donna di 49 anni si è suicidata buttandosi dalla finestra del primo piano dell'ospedale Umberto I di Siracusa. A trovarla, già priva di vita per un'emorragia cerebrale causata dalla caduta, sono stati i familiari che la cercavano dopo il ricovero al pronto soccorso.

Il fratello, che ha sporto denuncia, sostiene che ci siano gravi negligenze da parte dei sanitari, perché nonostante la donna fosse stata portata in ospedale per un tentativo di suicidio, era stata lasciata sola ed aveva potuto togliersi la vita.

Secondo i familiari, la paziente si sarebbe uccisa perché, per un errore in un intervento chirurgico subito a Catania a dicembre, aveva avuto danni gravissimi all'apparato urinario. Una condizione che le provocava dolori atroci e che l'aveva fatta sprofondare in una forte depressione. 

La paziente era sposata e aveva due figli. La Procura, che ha disposto, per domani, l'autopsia, ha aperto un fascicolo per omicidio colposo a carico di ignoti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento