rotate-mobile
Cronaca

Detenuto 44enne si toglie la vita nel carcere di Caltagirone

Era già stato sottoposto al regime di "grande sorveglianza", al fine di evitare e prevenire episodi di autolesionismo

Un detenuto del carcere di Caltagirone, S.M., è stato rinvenuto suicida questa mattina dagli agenti di polizia penitenziaria. Aveva 44 anni e si trovava presso l'istituto di pena in quanto imputato di furto aggravato, reato commesso presso il botteghino del teatro Massimo Bellini di Catania. Il bottino del furto, 180 euro contenuti in un portafogli ed un telefonino, erano stati restituiti ai legittimi proprietari.

Il giovane, difeso dall’avvocato Rita Lucia Faro, era in lista d’attesa per essere inserito in una comunità terapeutica, "in quanto affetto da psicosi 'nas' con disturbo di personalità borderline e dedito all'abuso di alcolici”. Presso il carcere di Caltagirone era sottoposto al regime di "grande sorveglianza", al fine di evitare e prevenire episodi di autolesionismo. L’avvocato Faro, su mandato dei familiari del giovane, preannuncia che gli stessi presenteranno un esposto alle autorità giudiziarie competenti, "al fine di accertare se vi sono state negligenze da parte del personale dell’Istituto penitenziario".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuto 44enne si toglie la vita nel carcere di Caltagirone

CataniaToday è in caricamento