Dia cattura latitante del clan Mazzei, era sfuggito all'operazione Ippocampo

Gli uomini della Direzione Investigativa Antimafia di Catania hanno arrestato Mario Pappalardo, 42 anni. L'uomo era sfuggito alla cattura nell'ambito dell'operazione "Ippocampo"

Catturato uno dei tre latitanti dell'operazione "Ippocampo" dell'8 luglio scorso contro elementi di spicco della cosca catanese dei Mazzei "Carcagnusi". Agenti della Dia, assieme a personale specializzato di Roma, hanno arrestato a Misterbianco Mario Pappalardo, 42 anni, detto "Patatina".

E' ritenuto membro della cosca che opera a Catania, con diramazioni nel nord Italia e in Europa, attiva nel traffico di stupefacenti, estorsioni e detenzione illegale di armi. Quando è stato individuato e fermato Pappalardo era da solo e non ha opposto resistenza.

La famiglia Mazzei esercita l'egemonia mafiosa nella città di Catania e, in particolare, nel quartiere di San Cristoforo, dove a seguito dell'operazione Ippocampo sono stati sequestrati beni mobili e immobili per un valore complessivo di un milione e mezzo di euro.

Il clan, inoltre, negli anni ha assunto la leadership nel traffico di droga, in stretto collegamento con le famiglie mafiose della Piana di Gioia Tauro Mario Pappalardo, dopo le formalità di rito, è stato portato nel carcere di Catania-Bicocca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento