Cronaca

Diciotti, l'indagine su Salvini passa alla Procura di Catania

Secondo il Tribunale dei ministri di Palermo l'ordine arrivato dal Ministero dell'Interno di bloccare sulla nave Diciotti della Marina Militare gli oltre 150 migranti, tra cui donne e bambini, sarebbe giunto in acque di competenza territoriale di Catania

Secondo il Tribunale dei ministri di Palermo l'ordine arrivato dal Ministero dell'Interno di bloccare sulla nave Diciotti della Marina Militare gli oltre 150 migranti, tra cui donne e bambini, sarebbe giunto in acque di competenza territoriale di Catania e non a Lampedusa, come aveva sostenuto il Procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio.

Da qui la decisione di rinviare gli atti alla Procura di Palermo che li ha già inviati ai colleghi di Catania. Salvini è accusato di sequestro di persona aggravato, ''commesso nel territorio siciliano fino al 25 agosto 2018". Il caso era scoppiato a metà agosto quando la Procura di Agrigento iscrisse nel registro degli indagati il ministro dell'Interno Matteo Salvini e il suo capo di gabinetto Matteo Piantedosi.

Quest'ultimo, nel frattempo, è uscito dall'inchiesta. I due erano indagati per sequestro di persona a scopo di coazione, abuso d'ufficio e omissione di atti d'ufficio. Ma la Procura di Palermo ha cambiato l'ipotesi di reato a carico di Salvini, che oggi è indagato per sequestro aggravato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diciotti, l'indagine su Salvini passa alla Procura di Catania

CataniaToday è in caricamento