Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Caso Diciotti, Salvini indagato: penalisti catanesi a difesa del ministro

Per la Lega difesa del cittadino "i reati ipotizzati ed il modus procedendi suscitato molte perplessità. Fermo restando che sulle politiche migratorie non devono decidere le Procure, a cui non viene conferito alcun mandato popolare"

I penalisti della Lega difesa del cittadino (Ldc) sono pronti a scendere in campo per difendere il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, indagato per sequestro di persona, arresto illegale e abuso d'ufficio per la vicenda dello sbarco dei migranti dalla nave Diciotti a Catania. Lo rende noto l'avvocato Eleonora Gambera, presidente di Ldc.

Per la Lega difesa del cittadino "i reati ipotizzati ed il modus procedendi suscitato molte perplessità. Fermo restando che sulle politiche migratorie non devono decidere le Procure, a cui non viene conferito alcun mandato popolare, perché non mantenere la necessaria segretezza dell'indagine? Perché indaga una Procura che non ha competenza territoriale visto che i fatti si sono svolti a Catania? Perché in assenza di un arresto (in senso tecnico) viene ipotizzato l'arresto illegale?". "Può essere impedito a un ministro di decidere se uno sbarco sia compatibile con l'ordine pubblico - chiede Gambera -? Tutta la vicenda ha del paradossale e rischia di alimentare un conflitto istituzionale di cui non sentivamo proprio la mancanza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Diciotti, Salvini indagato: penalisti catanesi a difesa del ministro

CataniaToday è in caricamento