Cronaca

La catanese Diletta Leotta a Sanremo: "La bellezza capita, non è un merito"

Il monologo della conduttrice etnea dal palco dell'Ariston. La presentatrice ha dedicato ampi ringraziamenti alla sua famiglia e in particolare alla nonna

Da Catania, passando per Sky e Dazn, sino al palco dell'Ariston. Per Diletta Leotta è tempo di grandi riconoscimenti, seppur con qualche polemica sollevata da chi non la riteneva adeguata per calcare il prestigioso palco sanremese.

La bionda conduttrice etnea ha affiancato Amadeus ed è intervenuta sul tema scelto per questa edizione: la violenza sulle donne. Diletta Leotta e Rula Jebreal sono state le prime a portare all'Ariston la loro testimonianza.

Diletta Leotta ha scelto di affrontare il delicato tema con autoironia: ""La bellezza capita, non è un merito. Certo, è un vantaggio, altrimenti col cavolo che sarei qui".

Presenta la sua famiglia e anche la nonna Elena, un esempio per la presentatrice: "Sarei ipocrita se dicessi che il mio aspetto è secondario. Mia nonna me lo diceva sempre: la bellezza è un peso che con il tempo ti può fare inciampare se non la sai portare".

Inoltre, molto emozionata, ha proseguito dicendo: "Tu sei riuscita a riempirti le tasche di mille storie da raccontare, ma hai lasciato dietro di te la tua giovinezza e la tua bellezza, perché questo tempo fa lo sgambetto a tutti".

Mentre la conduttrice parlava sullo schermo dell'Ariston sono apparse le sue foto "invecchiate" con un effetto grafico simulando una Diletta Leotta 85enne.

"Chissà se sarò felice come mia nonna a 85 anni, lei lo è perché ha riso tanto in vita sua. Il tempo passa per tutti ma non passa per tutti allo stesso modo, e mia nonna ha vissuto alla grande. Io non ho paura, perché lei mi ha insegnato ad essere diversamente bella", ha concluso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La catanese Diletta Leotta a Sanremo: "La bellezza capita, non è un merito"
CataniaToday è in caricamento