menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Passa il dimensionamento scolastico, ecco i cambiamenti nelle scuole

Presentate le novità del dimensionamento scolastico, imposto dalla legge regionale per gli istituti con un numero di studenti inferiori a 500

Presentate in conferenza stampa, dal Presidente della Provincia, le novità del dimensionamento scolastico, imposto dalla legge regionale per gli istituti con un numero di studenti inferiori a 500.

Tra le novità più interessanti la riqualificazione scolastica del quartiere di Librino, dove si regista una dispersione scolastica del 20% nel passaggio dalle medie alle superiori. Proprio qui, nascerà il quarto liceo musicale della Sicilia. La sede sarà nei locali dell’ex scuola media “Brancati” assegnati adesso alla “Lucia Mangano”.
 “Vogliamo dare alle famiglie e ai ragazzi i migliori indirizzi scolasticiha dichiarato il Presidente della Provincia - Il mercato richiede informatici, giovani esperti in biotecnologie e nelle energie rinnovabili, grafici competenti di marketing, enologi e agronomi, ottici e chimici, ceramisti e artigianati di qualità, agronomi capaci di gestire l’ambiente, addetti a servizi turistici e di enogastronomia. Per questo motivo abbiamo deciso di creare nuovi indirizzi di studio e di accogliere le proposte che ci sono pervenute dai presidi, dai sindacati e dai sindaci”.

Tra i cambiamenti di dimensionamento per l’anno scolastico 2012/2013, oltre alla nascita del sopracitato quarto liceo Musicale della Sicilia si prevedono i seguenti nuovi accorpamenti: ad Acireale l’indirizzo turistico, assegnato all’IIS “Brunelleschi” andrà al ITC “Majorana” e accorpamento tra Istituto magistrale “Regina Elena” e IPSIA “Meucci”.
A Giarre saranno accorpati l’Istituto “Olivetti” con l’IPSIA “Majorana-Sabin”. Sempre a Giarre, accorpamento dell’Istituto “Pantano” con l’IIS “Rizzo e Colajanni”.
A Caltagirone accorpamento dell’IIS “Cocuzza” con l’ITI “Euclide”. A Maniace aggregazione dell’Alberghiero con il “Radice” di Bronte.
A Catania, infine, accorpamento dell’Istituto professionale “Olivetti” con l’Istituto tecnico “De Felice”.

Al dimensionamento seguirà, da parte dell’Amministrazione, un’attività volta alla razionalizzazione e alla riduzione dei fitti passivi per i quali si registra già un risparmio di 1,5 milione di euro cui si aggiungeranno i 700 mila euro dell’affitto della sede per l’artistico e gli oltre 300mila euro per il liceo Pennisi di Acireale che, grazie a tutti questi risparmi, sarà acquistato.

Altre parsimonie economiche arriveranno dall’efficienza energetica nelle scuole, cioè all’uso di pannelli solari che consentiranno di risparmiare oltre 2,5 milioni di euro l’anno.

Tra le novità della conferenza la decisione di lasciare vivere in autonomia alcune scuole secondarie che non hanno il numero minimo di studenti richiesti dalla legge (500). Secondo il Presidente Castiglione questi istituti svolgono un ruolo di accrescimento del tessuto culturale.

Le scuole interessate sono:
l’Istituto per la Ceramica di Caltagirone; l’IIS di Palagonia, l’IIS “Orlando” di Militello con sez. staccata di Vizzini; gli Istituti agrari “Mazzei” di Giarre ed “Eredia” di Catania; il Liceo Artistico “Guttuso” di Giarre”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

Cura della persona

Pancia piatta? Ecco il massaggo fai-da-te

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento