Dipendenti Oikos "mischiano" rifiuti e guidano con patente scaduta: polizia li multa

All'autista del mezzo di raccolta rifiuti mancava la carta di circolazione ed aveva la patente di guida scaduta dal mese di ottobre

Gli operatori dell'Oikos multati dalla polizia. Succede anche questo nella "effervescente" Catania, sempre ricca di sorprese. Ieri mattina, intorno alle 8.30, gli agenti del commissariato Borgo hanno notato in via Pensavalle – proprio nelle immediate vicinanze dell’ufficio di polizia – un mezzo di raccolta rifiuti urbani e un altro veicolo, parcheggiati in modo irregolare. A tal punto da occupare buona parte della carreggiata e occupare il parcheggio riservato ai motocicli.

Durante l'ispezione, è stato notato un operatore ecologico raccogliere un sacco grande di rifiuti consegnatogli dal titolare del “Bar Aldo Moro”. Visto anche l’orario insolito, i poliziotti hanno deciso di procedere a un controllo più approfondito. I conducenti dei mezzi, entrambi dipendenti della società di raccolta rifiuti “Oikos”, sono stati sanzionati per le violazioni al codice della strada.

Inoltre è stato constatato che all’autista del mezzo di raccolta rifiuti mancava la carta di circolazione e aveva la patente di guida scaduta dal mese di ottobre. L’altro conducente, che poi è risultato essere il sorvegliante di zona della società di raccolta rifiuti, (in pratica avrebbe dovuto vigilare anche sulla regolarità dell’operato dell’operatore) è stato sanzionato per sosta vietata.

Ma ecco che è venuta fuori un’ulteriore irregolarità: è stato appurato, infatti, che il dipendente era in servizio per lo svuotamento dei cestelli della raccolta differenziata. Invece, contrariamente a quanto previsto dall’ordine di servizio, aveva ritirato rifiuti urbani indifferenziati che finivano – tutti insieme – nel medesimo raccoglitore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche qui sono scattate le contestazioni per le violazioni ammnistrative: al titolare del “Bar Aldo Moro” è stata contestata la violazione prevista dall’ordinanza del sindaco numero 124/16, che punisce la difformità nel conferimento della differenziata da utenza non domestica. Il mezzo di raccolta rifiuti in argomento non è risultato idoneo ad espletare il citato servizio perché non iscritto all’apposito albo regionale dei trasportatori di rifiuti. I responsabili sono stati indagati penalmente per il trasporto illecito di rifiuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento