Cronaca

Appalti, chiesto rinvio a giudizio per tre dirigenti del Comune

Insieme ad un imprenditore sono accusati di abuso d’ufficio su un contratto da 160 milioni di euro per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti: non avrebbero ottemperato alla disciplina del diritto del lavoro nei confronti di soggetti disabili

Chiesto il rinvio a giudizio per tre dirigenti del comune di Catania e di un imprenditore accusati di abuso d'ufficio nell'ambito di un’inchiesta su un appalto da 160 milioni di euro per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti. Gli indagati non avrebbero ottemperato alla disciplina del diritto del lavoro nei confronti di soggetti disabili.

Secondo quanto riporta la stampa locale, l'udienza preliminare davanti al Gup è fissata per il 6 dicembre. La vicenda risale al 2009, anno in cui venne istruita una mega gara d'appalto per l'affidamento del servizio, che venne aggiudicata, in via provvisoria, nel febbraio 2010, a una ditta di Motta Sant'Anastasia. Due dei dirigenti comunali si sarebbero occupati delle procedure d'appalto e il terzo sarebbe stato componente della commissione di gara.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appalti, chiesto rinvio a giudizio per tre dirigenti del Comune

CataniaToday è in caricamento