Motorizzazione: esami assegnati in base proporzionale e via libera ai fuori provincia

È il piano, vagliato nelle tre ore di tavolo tecnico alla Motorizzazione di Catania, che l’assessore regionale ai Trasporti, Marco Falcone, e i dirigenti ministeriali intendono attuare per ridurre i disagi

Un sistema per poter garantire gli esami grazie all’assegnazione delle sedute in maniera proporzionale per rispondere efficacemente alle richieste provenienti dal territorio. In base al numero dei candidati di ogni autoscuola saranno calendarizzate le date, per cercare di venire incontro alle esigenze dei titolari di scuole guida e degli iscritti alle liste ancora bloccate.

È il piano, vagliato nelle tre ore di tavolo tecnico alla Motorizzazione di Catania, che l’assessore regionale ai Trasporti, Marco Falcone, e i dirigenti ministeriali intendono attuare per ridurre i disagi che da mesi si registrano sul territorio catanese. Una fase sperimentale, che le associazioni di categoria auspicano possa entrare in vigore in tempi ragionevoli, che potrebbe essere estesa anche nelle altre province per alleviare la situazione che si registra negli uffici delle motorizzazioni siciliane.

“In questo primo incontro ci sono stati degli impegni ben precisi che dimostrano la massima disponibilità da parte dell’assessore Falcone”, ha dichiarato Paolo Colangelo, presidente nazionale della Confarca (la confederazione delle autoscuole e degli studi di consulenza). Mentre per Nino Lizzio, presidente provinciale della confederazione, “qualcosa si muove, auspichiamo però che i tempi siano ragionevoli”. Per quanto riguarda le spinose questioni delle revisioni e dei candidati fuori provincia, invece, l’assessore Falcone, d’intesa con il dirigente della Motorizzazione di Catania, Antonino Lutri, ha assicurato invece che saranno impiegate maggiori risorse reperibili dall’ottimizzazione del personale attualmente a disposizione per garantire pratiche ed esami.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soddisfatta Grazia Guagliardi, segretaria provinciale di Confarca Catania: “In poco più di un mese, con queste premesse, riusciremo a smaltire le pratiche ancora ferme. L’assessore è stato chiaro e finalmente anche sui fuori provincia, con l’assicurazione che gli esami verranno comunque garantiti, è stata fatta chiarezza. Per noi è un importante via libera verso la normalità”. Alla riunione hanno partecipato, tra gli altri, il dirigente della Motorizzazione di Catania, Antonino Lutri, il direttore generale dell' I. M.T., Fulvio Bellomo, e il dirigente del Coordinamento delle Motorizzazioni Civili della Regione Sicilia, l’architetto Tommaso Cusumano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Covid-19: la differenza tra test sierologico, tampone rapido e tampone molecolare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento