menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Discarica di Motta, i comitati a Palermo: gli impegni presi dal Governo Crocetta

All'incontro hanno partecipato Danilo Festa e Josè Calabrò in rappresentanza dei Comitati No Discarica, insieme ai sindaci dei due  omuni di Misterbianco e Motta

L'incontro di ieri con il presidente Crocetta è durato tre ore ed era stato annunciato durante la manifestazione di giorno 7 contro la discarica. All'incontro hanno partecipato Danilo Festa e Josè Calabrò in rappresentanza dei Comitati No Discarica, insieme ai sindaci dei due  omuni di Misterbianco e Motta.

“L’incontro – racconta Danilo Festa - è stato duro, difficile, ricco di scontri e di posizioni divergenti. Abbiamo messo sul tavolo la forza popolare che rappresentiamo, con tanto di fotografie, di volti dei partecipanti e di magnifiche luci di speranza. Abbiamo ribadito come litanie le criticità amministrative, l’emergenza sanitaria avvalorata dallo studio del dipartimenti di Epidemiologia del Lazio, lo scempio ambientale e sociale cui è quotidianamente sottoposto il nostro territorio. Abbiamo chiesto del nostro destino, partendo dal presupposto che non ci sarà futuro che tenga se non riusciremo a garantire aria di vita ai nostri figli e a quelli che verranno nei prossimi anni”.

DIALOGO DURO TRA LE PARTI - “Abbiamo posto queste e molte altre questioni – spiega Festa - al Presidente ma non è stato facile perché spesso anche i concetti più essenziali venivano esasperati e considerati elementi di scontro e contrapposizione. È difficile far cambiare idea a chi pensa che l’emergenza rifiuti sia più importante dell’emergenza sanitaria di 70.000 persone. Ma alla fine, dopo tre ore di riunione, grazie anche all’intervento del nuovo direttore dell’Assessorato Maurizio Pirillo, siamo riusciti a tornare a casa con un primo schema d’impegno da parte del Governo”.

GLI IMPEGNI PRESI DAL GOVERNO CROCETTA:  

  • Bonifica di Tiritì, verificando l’esistenza di un progetto di bonifica e intimando alla ditta di iniziare i lavori con i 40 milioni di euro già accantonati per questo scopo; 

  • Progressiva riduzione del rifiuto e dell’impatto odorigeno da realizzarsi attraverso l’abbancamento in discarica Valanghe d’Inverno della sola parte secca del rifiuto; 

  • Entro tre mesi spedizione dei rifiuti all’estero; 

  • Nessun termovalorizzatore a Motta Sant’Anastasia, il nostro territorio martoriato ha già dato per troppi anni 

PROSSIMO INCONTRO TRA 10 GIORNI - La delegazione di Misterbianco e Motta tornerà a Palermo tra una decina di giorni per verificare se i quattro punti sono stati assunti come impegno concreto. “Ci hanno chiesto fiducia e noi la daremo – conclude Danilo Festa - consapevoli del fatto che il nostro è un comitato di lotta e di governo, capace, nello stesso tempo, di trattare ai tavoli istituzionali con serietà e scendere in piazza a manifestare duramente, senza paura”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Alimentazione

Aglio: tipologie, proprietà e benefici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento