Disoccupati “assunti” per spacciare al Villaggio S. Agata: in manette

Inseguiti, bloccati e perquisiti. I carabinieri hanno trovato 100 grammi di “marijuana” e 5 grammi di cocaina

Arrestati due 19enni di Motta Sant’Anastasia, poiché ritenuti responsabili di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Non è una casualità che due giovani incensurati e in cerca di lavoro, non del posto ma dell’hinterland etneo, possano liberamente spacciare “cocaina” e “marijuana” nella zona “A” del Villaggio Sant’Agata senza il benestare del clan di riferimento della zona.

Gli uomini del Nucleo Operativo, dopo averne censito le numerose cessioni ai consumatori – con breve riscontro su alcuni di essi poi segnalati alla Prefettura – li hanno dovuti inseguire, bloccare e perquisire trovando 100 grammi di “marijuana” e 5 grammi di cocaina, già dosate e pronte allo smercio, nonché 160 euro in contanti, incassati dalla precedente vendita degli stupefacenti.

La droga e il denaro sono stati sequestrati mentre gli arrestati attenderanno il giudizio per direttissima agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

Torna su
CataniaToday è in caricamento