Disoccupato della Multiservizi tenta di darsi fuoco, salvato da agenti della polizia

Pronto l'intervento degli agenti di polizia della squadra volanti che, intervenuti, sono riusciti a bloccarlo mentre si stava cospargendo di liquido infiammabile i vestiti e teneva in mano un accendino

L'ex dipendente di un consorzio legato alla società partecipata "Multiservizi", ha minacciato di suicidarsi, tentando di darsi fuoco, nella sede della stessa società, per protestare contro il mancato pagamento di otto stipendi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pronto l'intervento degli agenti di polizia della squadra volanti che, intervenuti, sono riusciti a bloccarlo mentre si stava cospargendo di liquido infiammabile i vestiti e teneva in mano un accendino. Trasportato in ospedale, il medico psichiatra ha ritenuto opportuno il trattamento sanitario obbligatorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento