menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Tribunale del riesame di Catania dispone il dissequestro del Muos

I giudici hanno accolto la tesi dell'avvocatura dello Stato, in rappresentanza del ministero della Difesa, che aveva presentato ricorso contro la decisione del 6 giugno scorso del Tribunale di Caltagirone di mantenere i sigilli alla struttura

La quinta sezione del Tribunale del riesame di Catania ha disposto il dissequestro del Muos, stazione di trasmissione militare Usa realizzato nel sughereto di Niscemi. I giudici hanno accolto la tesi dell'avvocatura dello Stato, in rappresentanza del ministero della Difesa, che aveva presentato ricorso contro la decisione del 6 giugno scorso del Tribunale di Caltagirone di mantenere i sigilli alla struttura. Contro questa decisione è possibile per la Procura di Caltagirone ricorrere in Cassazione.

"Apprendiamo con viva preoccupazione della decisione del Tribunale del riesame di Catania di dissequestrare il Muos. Si tratta - commentano gli avvocati del movimento No-Muos - di una decisione grave e giuridicamente errata. Al riguardo avevamo già sottolineato che il giudizio amministrativo si è occupato esclusivamente dell’intensità del campo elettromagnetico non essendosi addentrato il Cga nella questione riguardante l’edificazione del Muos in area protetta e di assoluta inedificabilità che invece è oggetto del procedimento penale. Peraltro, la distinzione fra l’oggetto dei due giudizi è stata ben chiara alla Cassazione che aveva mantenuto il sequestro anche dopo la decisione sul punto da parte del Cga. Pertanto, se la motivazione reale fosse quella che leggiamo su notizie di stampa riguardante la legittimità delle autorizzazioni, si tratterebbe di una palese cantonata presa dal Tribunale del Riesame che evidentemente avrebbe frainteso l’ambito del processo amministrativo non conoscendone correttamente il decisum".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ristrutturare

Sostituzione infissi: come ottenere lo sconto in fattura

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento