Cronaca

Dissesto, l'ex consigliere Pellegrino: "Pogliese si dimetta"

Con una nota l'esponente politico esorta il sindaco di Catania a prendere una posizione di rottura

"È passato quasi un anno dalla tornata elettorale che ha portato Salvo Pogliese ad essere sindaco della città di Catania. Sei mesi dalla dichiarazione di dissesto. E la cittadinanza attende ancora delle risposte". Con queste parole inizia la nota inviata da Riccardo Pellegrino, ex consigliere comunale e attualmente in attesa dell'inizio del processo che lo vede imputato per presunta corruzione elettorale.

"Il governo giallo-verde, nonostante i proclami, sembra essere sordo alle richieste legittime del primo cittadino di aiuto concreto per una situazione tragica che sta portando la città sull'orlo del baratro. Dal mese prossimo gli stipendi dei dipendenti comunali e delle partecipate non potranno essere garantiti e già da mesi uomini e donne delle cooperative sociale attendono quello che è un loro diritto: la retribuzione per il lavoro diligentemente svolto nonostante tutto".

"Non si può attendere un giorno di più: il sindaco Pogliese faccia un atto di coraggio e si dimetta. Dia un segnale forte al governi regionale e nazionale, dicendo che non si può trattare così la nona città d'Italia. Non si faccia ancora tirare la giacchetta da chi vuole mantenere lo scranno o l'assessorato. Le elezioni europee - continua Pellegrino - sono ormai vicine ed è chiaro che saranno la cartina al tornasole dei nuovi equilibri. È finita l'era dei poltronifici e gli scontri interni a Forza Italia degli ultimi mesi lo hanno evidenziato forte e chiaro. Mi auguro che all'indomani del voto di domenica i vertici del partito vengano riformati dando a spazio ai giovani e a chi ha davvero voglia di impegnarsi per la collettività".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dissesto, l'ex consigliere Pellegrino: "Pogliese si dimetta"

CataniaToday è in caricamento