Mascalucia, prostitute nei privè Sequestrato il "Divina": un arresto

Si spacciava per un'associazione culturale con l'obiettivo di "favorire l'incontro e lo scambio tra le coppie sul problema della sessualità". Ai domiciliari l'uomo di 35 anni alla testa dell'organizzazione

I carabinieri di Gravina hanno sequestrato il noto locale "Divina" di Mascalucia. Si spacciava per un'associazione culturale con l’obiettivo di “favorire l’incontro e lo scambio tra le coppie sul problema della sessualità, ma anche per incentivare la concretizzazione di sentimenti trasgressivi e licenziosi”. All'interno, invece, si nascondeva un vero e proprio giro di prostituzione.

La quota di inscrizione ammontava a 30 euro, con rilascio di una tessera nominativa. Ma tutti i single, una volta dentro, venivano invitati a spendere ulteriori 130 euro, consumando rapporti sessuali nelle varie stanze di un'abitazione di Via Giotto. Le donne coinvolte nel giro di prostituzione, con età tra i 30 e 40 anni, erano accompagnate dai loro compagni ed erano tutte mogli e conviventi di uomini che frequentavano locali per scambisti.

Ai domiciliari l'uomo di 35 anni alla testa dell'organizzazione. Altri 8 complici avevano invece compiti precisi, quali aggiornare il sito internet e adescare single in chat. C'era anche chi accompagnava ed intratteneva i clienti e chi si occupava dell'approvvigionamento dei beni strumentali al funzionamento del club. Per loro disposta la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Tutti sono incensurati e risiedono nelle provincie di Catania, Messina e Siracusa. Nel locale, l'affluenza media era di 15 coppie e 15 single a serata nel fine settimana. Nelle serate a tema come Capodanno, Halloween e Carnevale l'afflusso era maggiore.

Fatale il festeggiamento per San valentino che ha visto l’irruzione dei carabinieri dopo la mezzanotte ed il sequestro preventivo del locale. L'accusa è di associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento e allo sfruttamento della prostituzione. Le indagini, avviate nella primavera del 2012, hanno permesso di risalire alle attività che si svolgevano all’interno del night di via Giotto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento