rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca

Prometteva passaporti "facili" in cambio di 150 euro, arrestato truffatore

Il reato diventava evidente agli occhi dei suoi clienti solo quando il truffatore faceva perdere le proprie tracce

La polizia di Stato ha arrestato ieri mattina un giovane catanese per truffa e traffico di influenze illecite, perpetrato ai danni degli utenti dell’Ufficio passaporti della questura di Catania. La squadra amministrativa ha notato il giovane mimetizzarsi tra le fila di utenti in attesa di accedere allo sportello, per poi avvicinare e adescare coloro che ingenuamente si affidavano a lui per ottenere un passaporto in tempi brevi. La prassi adoperata dal truffatore era quella di millantare conoscenze presso l’ufficio della questura, spiegare che grazie ai propri servigi l’utente non avrebbe dovuto fare altro che versare la somma di circa 150 euro a lui e che, nel giorno e nell’ora fissati, avrebbe ottenuto l’ambito documento di viaggio. Il reato diventava evidente agli occhi dei suoi clienti solo quando il truffatore faceva perdere le proprie tracce, bloccando l’utenza telefonica inizialmente fornita per concordare appuntamento e prendere il denaro. Le prime denunce raccolte hanno fatto scattare le indagini che hanno condotto al suo arresto. Si trova ora ai domiciliari e sarà sottoposto ad udienza di convalida dinanzi al Gip.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prometteva passaporti "facili" in cambio di 150 euro, arrestato truffatore

CataniaToday è in caricamento