“Cenere” il nuovo singolo di Elio Rinella, primo estratto dalla “mtm metamorfosi compilation”.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Domani esce in tutti i digital store "Cenere" il nuovo singolo di Elio Rinella, primo estratto dalla "MTM Metamorfosi compilation". All'interno della compilation, ideata dalla MTM Metamoforfosi, oltre al cantautore catanese, sono presenti brani di altri artisti prodotti dall'etichetta siciliana: Carmen Villalba, Zurzi, Iunema, Niko e Skarn.

Il nuovo brano di Elio Rinella esce dai soliti schemi del cantautore sia per melodie che per le sue tematiche:

" 'Cenere' nasce dalla necessità di esprimere una sofferenza generazionale data dalle scelte economiche, politiche e sociali della nazione prese nel passato, le cui conseguenze si riflettono ai giorni nostri - racconta l'artista catanese -. Tali scelte favorendo le generazioni di allora non ebbero a tenere nessun conto del futuro, oggi per noi il presente. Il brano vuole inoltre dare un punto di riflessione per la lotta contro quel demone che alberga in ognuno di noi e che fa si che in ogni campo, sociale, politico, economico, personale e collettivo, l'uomo cede all'egoismo ed alla non curanza del prossimo. Tutto ciò viene messo in relazione con i popoli del passato che si non avevano limitazioni nelle ingiustizie ma quantomeno miravano alla costruzione ed al miglioramento del futuro. Ciò che rimane di quei popoli oggi non è altro che cenere intesa come i detriti di memoria di pregresse e promettenti società costruite con il sacrificio dei nostri predecessori".

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento