Una donna "contesa" e i soldi: ecco il movente dell'omicidio Pino

Il killer sarebbe Sergio Triscornia. L'uomo è compagno di una ex amante del pentito di Misterbianco e lo avrebbe ucciso per "liberarsi" della sua ingombrante presenza a seguito di dissidi

Si chiama Sergio Tiscornia il killer del pentito di Misterbianco Orazio Pino che da anni viveva in Liguria. E' un cinquantenne e la polizia di Genova lo ha arrestato con l'accusa di omicidio volontario aggravato.

L'uomo è l'attuale compagno della ex amante di Orazio Pino, una donna colombiana da anni in forti contrasti con la vittima. Quindi il movente sarebbe quello passionale e non un regolamento di conti di matrice mafiosa.

A seguito delle indagini svolte dalla mobile genovese sono stati raccolti numerosi elementi di responsabilità nei confronti dell’uomo autore dell'omicidio avvenuto lo scorso 23 aprile a Chiavari.

Pino era stato freddato da un singolo colpo d’arma da fuoco alla testa, all’interno di un multipiano ove parcheggiava abitualmente la sua autovettura.
Le attività investigative svolte con l’ausilio di attività tecniche, hanno consentito di appurare come Triscornia accompagnato da una sua coetanea e amica di vecchia data, la sera dell’omicidio si trovasse all’interno del parcheggio multipiano di Chiavari.

Circostanza questa confermata dalla capillare analisi delle telecamere di sorveglianza del traffico cittadino di Chiavari, come dall’analisi dei lettori targhe di Comuni limitrofi, che hanno permesso di verificare con assoluta certezza come l'omicida, dopo aver lasciato il suo Porter Piaggio all’interno di un parcheggio nei pressi di casa dell’amica, è salitp a bordo della autovettura di quest’ultima per recarsi nel parcheggio multipiano.

Qui avrebbe ucciso Pino per poi allontanarsi rapidamente. Successivi accertamenti operati dal gabinetto di Polizia Scientifica, nell’ambito della complessa attività investigativa espletata, hanno consentito di accertare la presenza di residui di polvere da sparo lato passeggero anteriore destro sulla macchina guidata dalla donna e al cui fianco sedeva appunto Triscornia.

Sono state anche intercettate le conversazioni dell'uomo dalle quali si evincerebbe la sua colpevolezza.
Orazio Pino e la donna colombiana, attuale compagna di Triscorinia, qualche anno fa avevano intrecciato una relazione sentimentale e alcuni rapporti economici. In seguito alla fine della storia amorosa, anche i rapporti economici si erano deteriorati. La donna da allora si sentiva oppressa e minacciata dall’ex.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così Triscornia ha deciso di liberarsi per sempre di Orazio Pino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Acqua: quando berla per dimagrire

  • Via Capo Passero, agguato a un 33enne gambizzato davanti casa

  • Operazione antimafia dei carabinieri, disarticolato il clan “Brunetto”: 46 arresti

  • Ritrovato al Maas lo squalo Mako: denunciato il commerciante

  • Duro colpo ai Brunetto: le dinamiche del clan tra estorsioni, minacce e pestaggi

  • Coronavirus, in Sicilia tre nuovi casi: +1 nella provincia etnea

Torna su
CataniaToday è in caricamento