Cronaca

Tragedia alla Plaia, morta annegata una 19enne: si cerca il fratello disperso in mare

Si tratta di due fratelli di origini congolesi. A tentare un disperato salvataggio in mare è stato il bagnino Filippo Ricchini, di uno stabilimento balneare attiguo alla spiaggia libera numero uno

E' una 18enne di origini congolesi, in possesso di regolare permesso di soggiorno e residente nel centro storico della città, la giovane donna annegata nel mare della Plaia di Catania questa mattina. Lo ha accertato la polizia che indaga sull'accaduto su delega della Procura che ha aperto un'inchiesta. Con lei c'era il fratello minore di 16 anni che risulta ancora disperso.

Elicotteri e sub in azione alla Plaia | Video

E' stato un ragazzo, dalla spiaggia libera numero 1 di Catania, a lanciare l'allarme sui ragazzi in difficoltà tra le onde agitate del mare della Plaia. I due chiedevano aiuto, ma non sono riusciti a mettersi in salvo. A tentare un disperato salvataggio in mare è stato, secondo il suo racconto ai giornalisti, il bagnino Filippo Ricchini, di 49 anni, di uno stabilimento balneare attiguo alla spiaggia libera numero uno. E' stato lui, e non una motovedetta come si era appreso in un primo momento, a trascinare a riva la giovane che ha tentato di rianimare.

In mare intanto proseguono le ricerche del ragazzo disperso. Il timore è che sia stato trascinato dalla forza del mare e per questo il raggio di azione dei soccorritori è stato ampliato. Sul posto sono presenti i vigili del fuoco, con personale a bordo dell'elicottero Drago 68, un elicottero della marina, oltre a motovedette di polizia e capitaneria di porto,  sommozzatori dei vigili del fuoco del comando provinciale etneo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia alla Plaia, morta annegata una 19enne: si cerca il fratello disperso in mare

CataniaToday è in caricamento