Donna uccisa da una palma in piazza Cutelli: al via il processo

Secondo l'accusa la palma, colpita da punteruolo rosso, sarebbe caduta a causa di una manutenzione inadeguata

Il 23 ottobre 2014 in piazza Cutelli morì Patrizia Scarola, 49 anni, uccisa dalla caduta di una palma, proprio mentre era seduta su una panchina insieme alla figlia 19enne. Al via oggi la prima udienza del processo scaturito dall'inchiesta sul tragico evento.Sul caso hanno indagato i carabinieri del comando provinciale di Catania. Imputati per omicidio colposo sono Marco Morabito e Paolo Italia, dirigenti del verde pubblico del Comune di Catania difesi dai legali Carmelo Peluso e Piero Granata. Proprio il Comune, rappresentato dal professore Giovanni Grasso, figura nel procedimento come responsabile civile.

Per l'accusa, rappresentata in aulla dal Pm Fabio Regolo, la caduta della palma è avvenuta non a causa del vento che soffiava in città in quei giorni, ma per una mancata manutenzione in una pianta colpita da punteruolo rosso. La prossima udienza si terrà il 22 marzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento