menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo la tromba d'aria il sopralluogo di Musumeci, il presidente: "Proclamato stato di calamità"

Il presidente della Regione è stato nelle zone sud di Catania colpite dal maltempo. Protezione Civile al lavoro per la stima dei danni

Si fa la conta dei danni in Sicilia dopo il maltempo di ieri sera che ha colpito Catania, Palermo e il Ragusano. Più gravi i danni nella periferia del capoluogo etneo, a causa di una tromba d'aria che ha attraversato le contrade di San Francesco la Rena, San Giuseppe la Rena, il quartiere di Zia Lisa e il Villaggio Santa Maria Goretti, a ridosso dell'aeroporto internazionale.

Video | L'intervista a Musumeci

Sui luoghi colpiti si è recato,  nel pomeriggio, il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, accompagnato dal capo della Protezione civile regionale Salvo Cocina, dal vicesindaco di Catania Roberto Bonaccorsi, dal comandante dei Vigili del fuoco Giuseppe Verme e dal responsabile del Corpo forestale della Regione colonnello Luca Ferlito.

Il governatore ha annunciato la proclamazione dello stato di calamità ed ha disposto una immediata ricognizione dei danni subìti dalle civili abitazioni e dalle aziende, in tutte le tre province, per avanzare alla Protezione civile nazionale la richiesta dello stato di emergenza e il conseguente ristoro ai privati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Alimentazione

Aglio: tipologie, proprietà e benefici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento