Drago (M5S): “Stop al reddito di cittadinanza per mafiosi, spacciatori e bancarottieri”

La proposta della senatrice a tutela della misura e contro gli abusi

La senatrice del Movimento Cinque Stelle Tiziana Drago ha presentato un emendamento per ampliare i casi di esclusione dal reddito di cittadinanza per alcune fattispecie di reato, tra cui associazione mafiosa, associazione per delinquere, sequestro di persona, bancarotta, frodi fiscali.

“Una misura così straordinaria – ha detto la senatrice Drago – per aiutare chi è in difficoltà deve essere salvaguardata a tutela dei cittadini onesti. Le cronache più recenti ci raccontano, purtroppo, che a fruire del reddito di cittadinanza erano anche presunti mafiosi e spacciatori nel giro di Matteo Messina Denaro”.

“Tutto ciò è intollerabile e poche mele marce che approfittano della mano tesa dello Stato ai cittadini non possono danneggiare il senso di una misura di equità sociale. Per questa ragione al mio emendamento, già riformulato e depositato, che prevede l’esclusione per i condannati in via definitiva, proverò ad aggiungere anche la richiesta di sospendere il reddito, in attesa delle sentenze della giustizia, per chi è indagato per reati particolarmente odiosi contro la collettività come associazione mafiosa, associazione per delinquere, sequestro di persona, terrorismo, bancarotta e frodi fiscali”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento