“Drive in” della droga scoperto a Riposto: tre gli arrestati

Smantellata una piazza di spaccio che aveva come snodo nevralgico il grande parcheggio esistente in via Gaetano Di Maio a Riposto

Smantellata una piazza di spaccio che aveva come snodo nevralgico il grande parcheggio esistente in via Gaetano Di Maio a Riposto. I carabinieri della compagnia di Giarre hanno arrestato il 34enne Massimo Guarrera, il 20enne Massimiliano Mancuso ed un 19enne, tutti di Riposto, ritenuti responsabili del concorso in spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

Quanto osservato dagli investigatori ha posto in risalto la “quasi” perfetta organizzazione dei tre pusher che, tutti con compiti ben definiti, riuscivano a vendere la droga ai clienti che, come in una sorta di drive in, con l’auto ancora accesa abbassavano il finestrino ed in pochi secondi ricevevano quanto richiesto, ripartendo e ruotando intorno al parcheggio per imboccare il senso di marcia contrario ed uscire dallo stesso.

L’intervento sincronizzato dei militari ha consentito di congelare la scena del crimine scoprendo così il meccanismo di smercio della droga. Il grosso della droga veniva nascosto sotto le vasche dell’acqua di pertinenza di un condominio posto nelle vicinanze, mentre le dosi da spacciare al minuto venivano nascoste nelle aiuole del parcheggio.

In tutto i carabinieri hanno sequestrato circa 400 grammi di “marijuana” e 160 euro in contanti, incassati dalla vendita dello stupefacente. I primi due arrestati sono stati associati al carcere di Catania Piazza Lanza mentre il terzo è stato relegato agli arresti domiciliari. Segnalati alla Prefettura di Catania 5 assuntori, tra i quali due donne, per uso personale di sostanze stupefacenti.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento