Sgominata banda che gestiva una piazza di spaccio ad Acireale: 11 arresti

Al centro dell'inchiesta della Procura di Catania indagini dell'Arma avviate nel 2015, anche con intercettazioni ambientali e telefoniche, che hanno fatto emergere la florida attività di vendita di marijuana

Un' operazione antidroga contro una banda che gestiva una piazza di spaccio nel rione San Cosimo di Acireale, fatturando diverse migliaia di euro al giorno, è in corso da parte dei carabinieri della locale compagnia che sta eseguendo un'ordinanza del gip di Catania nei confronti di 11 persone indagate per associazione per delinquere finalizzata al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti.

IL VIDEO DELL'OPERAZIONE

Al centro dell'inchiesta della Procura di Catania indagini dell'Arma avviate nel 2015, anche con intercettazioni ambientali e telefoniche, che hanno fatto emergere la florida attività di vendita di marijuana, identificare gerarchie e ruoli nel gruppo, ricostruire l'ingente volume di affari, il sistema di gestione della 'piazza di spaccio' e le modalità di approvvigionamento e di cessione della droga.

L'organizzazione era stabile e strutturata in modo da offrire il suo 'servizio' nella piazza dalle 8 del mattino alla mezzanotte successiva. Era anche in grado di 'assorbire' senza grossi problemi gli arresti dei carabinieri durante le indagini, rimodulando anche la gestione della 'piazza di spaccio' ed assoldando nuovi elementi per fronteggiare le 'assenze'.

TUTTI I NOMI DEGLI ARRESTATI

L’indagine ha quindi permesso di disarticolare un sodalizio criminale tra i più floridi ed attivi sul territorio acese, i cui guadagni potevano attestarsi anche intorno alle diverse migliaia di euro al giorno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento