Mineo: droga e armi scovati in una masseria. In manette due fratelli

I Carabinieri di Mineo hanno colto in flagranza ed arrestato in una masseria nelle campagne di Mineo in contrada Muscolara due fratelli che avevano nascosto armi modificate e 120grammi di cannabis in un allevamento di bestiame

I Carabinieri di Mineo hanno colto in flagranza ed arrestato in una masseria nelle campagne di Mineo in contrada Muscolara due fratelli, Monaco G. e Monaco Giuseppe, che dovranno adesso rispondere di detenzione illecita di armi e munizioni, detenzione illecita di arma alterata e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Nei pressi dell'allevamento di bestiame i militari hanno scovato un nascondiglio con armi e droga.

Nello specifico si tratta di un revolver magnum a salve modificato per lo sparo mediante l’aggiunta di un’anima di acciaio all’interno della canna, da utilizzare sia con cartucce cal. 38 che con cal.9, 7 cartucce di vario calibro e 120 grammi di “canapa indiana” già essiccata e pronta per essere rivenduta. I due fratelli sono adesso reclusi nel carcere di Caltagirone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento