Droga, arrestato in Romagna trafficante catanese affiliato ai Carateddi

Santo Querulo, 39 anni, originario del quartiere San Giorgio, insieme al fratello Domenico, poi divenuto collaboratore di giustizia, era a capo di una vasta organizzazione internazionale di cocaina

Santo Querulo, 39 anni, catanese,  è stato arrestato a Mirandola su condanna della corte d'appello etnea e dovrà scontare 15 anni e 4 mesi di reclusione per associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, aggravata dall’associazione armata, costituita da più di dieci persone ed avere agevolato l’attività di sodalizi di tipo mafioso.

Insieme al fratello Domenico, poi divenuto collaboratore di giustizia, era a capo di una vasta organizzazione internazionale che negli anni 2009 e 2010 ha dominato il commercio di cocaina nell’asse Spagna-Italia nonché nel traffico di armi. Risulta affiliato alla famiglia dei "Bonaccorso-Carateddi" ,considerata braccio armato del clan mafioso Cappello.

Le indagini condotte dalla squadra mobile etnea hanno documentato che egli ricopriva insieme al fratello un ruolo di primo piano nell’ambito dell’organizzazione, che aveva stretto rapporti con le cosche criminali di Rosarno e Cinquefrondi nonché con clan napoletani. L’uomo al momento della cattura non ha opposto resistenza ed è stato rinchiuso nel carcere di Modena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento