menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Droga, al setaccio le note “piazze di spaccio” di Catania: 6 arresti

La squadra mobile ha controllato le zone di Librino e Nesima superiore

La squadra mobile ha passato al setaccio le note “piazze di spaccio” di Catania effettuando 6 arresti. In manette sono finiti Paolo Di Bella e Guglielmo Malerba, pregiudicati, perché ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In viale Grimaldi 10, a Librino, la polizia, dopo aver circondato l’intero edificio per evitare fughe di eventuali “pusher”, è entrata all’interno e, giunta al secondo piano, ha notato due giovani entrare in un appartamento richiudendo la porta alle loro spalle. 

Dopo non poche difficoltà e numerose intimazioni ad aprire la porta, gli agenti sono entrati nell’appartamento, identificando i due. La perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire e sequestrare, in un cassetto della camera da letto, un contenitore di plastica contenente 15 grammi circa di sostanza stupefacente del tipo marijuana, mentre all’interno di un armadio una bustina trasparente contenente 9 involucri in carta stagnola con sostanza stupefacente del tipo marijuana per un peso totale di 16 gr., nonché 50 euro provento dell’attività illecita. 

Malerba nascondeva la chiave dell’ascensore condominiale, asseritamente guasto, al cui interno - come già accaduto in altre circostanze – sono state rinvenute e sequestrate, occultate sul tetto dell’ascensore, due buste in plastica di colore bianco con all’interno 100 involucri di marijuana per un peso complessivo di circa grammi 200, confezionate in maniera identica a quelle rinvenute all’interno dell’appartamento del Malerba nonché materiale per il confezionamento e 2 bilancini di precisione.

Un altro controllo ha portato all'arresto di altri 4 pregiudicati: Matteo Piterà, Giuseppe Pitarà, Edoardo Perciabosco, Marco Andrea Santagati.

Nel quartiere di Nesima Superiore, a San Leone, i poliziotti hanno fatto accesso in via dell’Adamello dove, alla vista degli agenti, si è verificato un “fuggi fuggi” di giovani.

Seguiti quattro di essi, hanno individuato l'appartamento di Pitarà Matteo. Ad esito perquisizione domiciliare, sul tavolo della cucina, sono state rinvenute e sequestrate 3 buste di cellophane contenenti cocaina per un peso totale di grammi 60, materiale per il confezionamento della droga e 400 euro circa in banconote di vario taglio ritenuto provento dell’attività illecita. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Covid-19 e meteo: come le temperature agiscono sul virus

Sicurezza

Bonus antifurto 2021: i requisiti per richiederlo

Ristrutturare

Parquet in casa: guida ai diversi tipi di legno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento