In auto con la droga da piazzare e un bambino di nove anni

I carabinieri della compagnia di Acireale hanno arrestato due pregiudicati acesi di 37 anni, di cui uno sorvegliato speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno

I carabinieri di Acireale hanno arrestato due pregiudicati acesi di 37 anni, di cui uno sorvegliato speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno, poiché ritenuti responsabili del concorso in detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Sono stati gli uomini del nucleo Radiomobile a riconoscere il sorvegliato speciale mentre a bordo di una Smart si aggirava nelle zona di Piano d’Api, una delle frazioni acesi, e seguirlo fino in via Lazzaretto ad Acireale, luogo in cui i militari hanno deciso di bloccare l’autovettura e i suoi occupanti.

L’autista, appena sceso, ha gettato in terra una busta di carta per poi spingerla con il piede sotto l’auto. Mossa notata dagli operanti che, recuperando immediatamente la busta, vi hanno rinvenuto all’interno oltre 150 grammi di “marijuana”. Sulla macchina, insieme ai pregiudicati, i militari hanno trovato il figlio di uno dei due di soli nove anni. La droga è stata sequestrata mentre gli arrestati, in attesa della direttissima, sono stati relegati agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento