Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Si conoscono online, lei lo narcotizza e rapina: arrestata 51enne

I due si erano conosciuti su "Badoo", poi si sono incontrati di persona a casa dell'uomo. Lei, durante un pranzo, ha versato nel bicchiere della vittima un tranquillante, per poi svaligiargli la casa

Gli agenti del commissariato di Librino hanno fermato  la pluripregiudicata Antonella Lo Giudice,  51 anni, residente a Siracusa, per rapina aggravata e lesioni aggravate. La misura è stata emessa dal Gip del Tribunale di Catania, su richiesta della Procura della Repubblica, che ha coordinato l’indagine.

 Le indagini hanno preso avvico dopo che un sessantacinquenne si era presentato agli uffici della polizia, denunciando di essere stato narcotizzato e rapinato all’interno della sua abitazione, da una donna conosciuta sul social network “Badoo”. In particolare, l’uomo ha riferito che dopo avere conosciuto la donna con la quale aveva interloquito per qualche giorno online, quest’ultima gli aveva proposto di incontrarsi. L’incontro è avvenuto lo scorso 5 settembre, al a stazione dei pullman in via D’Amico. Dopo i primi convenevoli, i due si sono recati nell’abitazione dell’uomo. Dopo avere chiacchierato per un paio di ore,  hanno deciso di pranzare, circostanza che ha permesso alla donna di versare, di nascosto, del tranquillante a base di benzodiazepina nel bicchiere di birra che l’uomo stava bevendo. Il malcapitato ha riferito che, qualche minuto dopo aver bevuto la sua birra, si è accorto di un inconsueto sapore dolciastro e, subito dopo, ha perso i sensi. Al risveglio, non ricordando più nulla, in ospedale, dove è stato ricoverato grazie al soccorso prestatogli dai vicini che lo hanno sentito chiedere aiuto da dietro la porta d’ingresso della sua abitazione, ha appreso di essere rimasto in stato d’incoscienza per più di due giorni.

La sconosciuta, dopo aver neutralizzato il padrone di casa, aveva razziato quanto più possibile dall’appartamento, trafugando un telefono cellulare, 100 euro in contanti e la cartabBancomat che ha cercato di utilizzare inutilmente presso uno sportello ATM. Le immediate e meticolose indagini svolte dagli uomini della squadra Investigativa del commissariato Librino hanno permesso d’individuare, senza ombra di dubbio, la donna quale autrice del grave reato. Questa mattina, gli agenti si sono recati a Siracusa, dove, con la collaborazione del personale della squadra mobile aretusea, hanno eseguito l'arresto.  La donna è stata, quindi, accompagnata presso la propria abitazione, per  rimanere ristretta in regime di arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si conoscono online, lei lo narcotizza e rapina: arrestata 51enne

CataniaToday è in caricamento